L’opportunità della Social Organization? Know How a kilometri ZERO!

Durante la pausa pranzo di un Workshop per Manager sulla “gestione dei collaboratori” che ho tenuto per un’Azienda mia Cliente, sono stato intrattenuto da un partecipante sulle differenze di dispersione energetica dei diversi buildings del campus dell’Azienda.

Fin qui nulla di strano, se non fosse che quel partecipante, che chiameremo Michele, è Project Manager dell’ICT.

Ascoltandolo, infatti, ho dubitato della mia memoria rispetto a cosa a detto di sé nel primo giro di tavolo. Esplicitato il dubbio sono stato rassicurato sulla mia memoria. Lavora proprio nell’IT.

Allora gli ho chiesto come poteva essere a conoscenza di questi dettagli, e la risposta ha proprio dell’incredibile rispetto se letta rispetto alle opportunità non colte dalle Aziende.

SocialOrg: know how a km 0

Per Michele, ingegnere informatico, il tema del risparmio energetico era una passione. Proprio spinto dal forte interesse ha approfondito il tema della dispersione energetica e delle fonti alternative in architettura. Prima applicazione che ha potuto sperimentare è stata, naturalmente, a casa propria, promuovendo soluzioni nel proprio condominio, una vera e propria comunità.

La stessa passione lo ha portato a partecipare a incontri sul tema organizzati dall’ordine degli Ingegneri, e proprio qui ha incontrato e conosciuto il suo collega Responsabile del Team dei Servizi Generali impegnato nel progetto di saving energetico delle diverse sedi.

Il passo verso un’applicazione in Azienda è stato breve. Il collega di Michele, infatti, non ha potuto non notare la sua preparazione e, soprattutto, la sua passione sul tema. Tornati in Azienda, entrambi si sono attivati per fare in modo che Michele fosse coinvolto ufficialmente nel progetto per identificazione e studio delle soluzioni tecniche. Questo non è stato un passaggio semplice. Ha richiesto tempo e molta preparazione per far capire ai decisori il valore che Michele avrebbe potuto portare.

Oggi, Michele può dirsi soddisfatto per aver coniugato una passione con l’opportunità di portare un valore concreto alla propria Azienda.

Il suo collega, Responsabile del Team di progetto è ugualmente soddisfatto. Ovviamente per il contributo prezioso di Michele, ma anche perché è riuscito a far emergere il know how già presente in Azienda e facilmente spendibile.

Questo è quello che chiamo Know How a Kilometri ZERO. Una reale opportunità per ogni organizzazione.

Opportunità perché:

  • si tratta di know how disponibile, accessibile e immediatamente applicabile
  • se viene sfruttato sviluppa il territorio, ossia la popolazione aziendale, sia per effetto della condivisione e diffusione, sia per l’impatto positivo su engagement e motivazione
  • e’ sicuro perché se ne conosce la provenienza, è già inserito nella cultura organizzativa e resta un asset aziendale

Il paradigma della Social Organization, se implementato con una visione e un progetto ben studiato, consente di portare a sistema know how e contributi individuali e quindi di moltiplicarne il valore per l’intera organizzazione.

Non si tratta semplicemente di dotarsi di un’infrastruttura informatica basata su piattaforme collaborative.

E’, invece, importante avviare un cambiamento culturale e disegnare una nuova governance per la gestione delle Community in Organizzazione.

3 thoughts on “L’opportunità della Social Organization? Know How a kilometri ZERO!

Rispondi